Orologio ad acqua ad ore diseguali

L'orologio ad acqua ad ore diseguali è stato progettato e costruito su commissione del Museo delle Scienze esatte di Muscat (Oman) basandosi su uno scritto arabo risalente al XI secolo nel quale è descritto un orologio particolarmente ingegnoso la cui ideazione è fatta risalire ad Archimede. Anticamente la durata delle ore era variabile durante l'anno, poiché le ore di luce venivano divise sempre in 12 parti uguali, ma questo orologio grazie ad un sorprendente meccanismo era in grado di misurare l'ora in qualunque giorno dell'anno.
L'exhibit è stato acquistato anche dal dipartimento di Matematica di Tor Vergata ed è stato presente in numerose mostre dedicate al genio di Archimede svoltesi nelle scuole romane dal giugno 2014 in poi.

La versione moderna dell'orologio è stata ideata dal prof. Franco Ghione con la consulenza tecnica del dott. Giovanni Casini e il design di Felice Ragazzo. La realizzazione è stata affidata a Felice Patacca e Walter Sergueti (Archdelta Snc).
L'orologio è completamente trasparente, il design, molto curato, è ispirato all'originale arabo. Per rendere l'oggetto in esposizione più fruibile al pubblico la velocità dell'orologio è stata aumentata di un fattore 12, di modo che un giorno è ridotto ad un' ora.